COPPELIA

Scomegna Edizioni Musicali
116,00
Léo Delibes / arr. Donato Semeraro


Coppelia, balletto in due atti e tre scene, fu rappresentato la prima volta all'Opéra National di Parigi il 25 maggio 1870. Nonostante il grande successo [...]

€ 116,00

✓ Disponibilità immediata

Dettagli

Informazioni aggiuntive

Contiene Introduction et Valse, Czardas, Mazurka
Codice Prezzo SC20
Compositore Léo Delibes
Arrangiatore Donato Semeraro
Editore Scomegna Edizioni Musicali
Difficoltà 3
Durata 9'36
Formazione Concert Band
Formato Partitura e parti A4+ (24 x 32 cm)
Serie Casual Band
Registrato sul CD DANZE MACEDONI
Descrizione

Dettagli

Coppelia, balletto in due atti e tre scene, fu rappresentato la prima volta all'Opéra National di Parigi il 25 maggio 1870. Nonostante il grande successo ottenuto, le repliche furono interrotte a causa della guerra franco-prussiana e dell'assedio di Parigi del 1870-1871 e poi per la scomparsa della giovanissima ballerina protagonista Giuseppina Bozzacchi, che morì di vaiolo nel giorno del suo diciassettesimo compleanno. Questo balletto rappresentò una coraggiosa rottura con i riferimenti al soprannaturale e agli spiriti eterei tanto cari al Romanticismo, per muoversi invece in un mondo avventuroso. Swanilda vede, al balcone del dottor Coppélius, una bellissima ragazza: sarà la figlia di Coppélius che nessuno ha mai visto? E così, con una serie di peripezie, Swanilda e le sue amiche riescono ad intrufolarsi, aprofittando della sua assenza, nella casa del dottor Coppélius, un po' costruttore di giocattoli e un po' mago. E' qui che scoprono che la belllissima figlia Coppélia altro non è che una bambola meccanica. Nel frattempo anche Franz, fidanzato di Swanilda, si intrufola nella casa attraverso il balcone. L'improvviso rientro di Coppélius mette in fuga i ragazzi: restano solo Swanilda (nascosta dietro una tenda) e Franz. Coppélius riesce a narcotizzare Franz, che nel frattempo ha dichiarato il suo amore per Coppélia e, sistemandogli vicina la bambola meccanica cerca, grazie alle sue arti magiche, di trasferire la vita dal ragazzo a Coppélia. Swanilda riesce ad intervenire e a svegliare Franz, metterlo al corrente dell'inganno e a fuggire con lui, mentre Coppélius abbraccia sconsolato la sua bambola meccanica. Il balletto si conclude col matrimonio di Swanilda e Franz. Léo Delibes (1836 - 1891) fu allievo di Adolphe Adam al Conservatorio di Parigi. Compositore di diverse operette, raggiunse il successo col balletto Coppélia. Scrisse altri balletti, fra cui i più conosciuti sono "Sylvia" e "La Source", e diverse opere liriche fra cui si ricorda "Lakmé".
Video Partitura
Recensioni

Recensioni utenti

Recensione "COPPELIA"

Scrivi la tua recensione

Come consideri questo prodotto? *

  1
star
2
stars
3
stars
4
stars
5
stars
Valutazione