SATOR

Scomegna Edizioni Musicali
165,00
Angelo Sormani


SATOR è un'iscrizione magico-misterica ritrovata in molte località italiane ed europee. In un primo tempo si credeva ad una invenzione medievale ma, il [...]

€ 165,00

✓ Disponibilità immediata

Dettagli

Informazioni aggiuntive

Codice Prezzo SC23A
Compositore Angelo Sormani
Editore Scomegna Edizioni Musicali
Difficoltà 4,5
Durata 9'00
Formazione Concert Band
Formato Partitura A3+ (32 x 48 cm) e parti A4+ (24 x 32 cm)
Descrizione

Dettagli

SATOR è un'iscrizione magico-misterica ritrovata in molte località italiane ed europee. In un primo tempo si credeva ad una invenzione medievale ma, il ritrovamento altri quadrati magici in Mesopotamia ed esempi simili in Egitto, in Cappadocia ed in Britannia, confermarono l'utilizzo di tale simbolo nell'epoca medievale ma non sua la creazione. La maggior parte di questi ritrovamenti avvenne in chiese, abbazie o comunque sedi appartenute un tempo all'Ordine medievale dei Templari, i Monaci Cavalieri Cristiani che all'epoca delle crociate rappresentavano un modello militare e spirituale per tutto l'occidente. Le loro gesta eroiche in battaglia, la loro dedizione ed il loro sacrificio esaltavano l'Europa. L'Ordine dei Templari rispettava una struttura gerarchica ben precisa e, grazie alle numerosissime donazioni, raggiunse nel periodo medievale un livello di ricchezza senza rivali. Sembra che il simbolo SATOR venisse utilizzato per contrassegnare particolari luoghi, o per indicare alcune informazioni nascoste, segrete o addirittura magiche. Molte sono le tracce ancora visibili a Verona, nel cortile di palazzo Benciolini, a Siena nel Duomo di S. Maria Assunta, a Fabriano, a Frosinone nella certosa di Trisulti, ed ancora in Francia a S. Lorenzo a Rochemaure, nei castelli di Chinon e di Jarnac, in Spagna a San Giacomo di Compostela. Il Quadrato Magico è un palindromo, cioè una frase formata da cinque parole di cinque lettere che possono essere lette indifferentemente nelle quattro direzioni dei lati del quadrato stesso dando come risultato la frase ''Rotas Opera Tenet Arepo Sator''. Molti e discordi sono stati i significati attribuiti a questa scritta: dal mito di Saturno interpretato dai romani come Satus, l'azione del seminare e quindi la parola SATOR potrebbe avere radici che evocano la fertilità; alla teoria della croce dissimulata, cioè un modo utilizzato dagli antichi cristiani di venerare una croce derivata da combinazioni di questa parola. Non ultima la teoria secondo la quale la sovrapposizione della Stella di Davide o Esagramma alla scritta SATOR dava le indicazioni e la chiave di lettura per risolvere questa enigmatica scritta. Queste informazioni storiche e mitologiche, intrecciate a discorsi magici e misteriosi hanno ispirato questa composizione musicale. Sin dalle prime battute l'atmosfera ha il carattere evocativo di una festa medievale in lontananza. Avvicinandosi, i rumori ed suoni confusi si trasformano in semplici ritmi e melodie conosciute. Entrati nella festa si ritrovano i cavalieri, i soldati ed i compagni di molte battaglie, ed è qui, che tra danze risa e grida, iniziano i racconti delle ultime imprese valorose, degli ultimi viaggi e luoghi conosciuti. Dentro alla festa la musica cambia carattere, alternando momenti spiccatamente ritmici a momenti melodici, pur conservando e sviluppando per l'intera composizione l'aspetto tematico principale.
Recensioni

Recensioni utenti

Recensione "SATOR"

Scrivi la tua recensione

Come consideri questo prodotto? *

  1
star
2
stars
3
stars
4
stars
5
stars
Valutazione